Equinozio di primavera: la notte delle cicogne

20th Mar 2014
 

Oggi 20 Marzo ci sarà l’equinozio di primavera.

Con il termine equinozio facciamo riferimento ad un solo istante della giornata, esattamente quello in cui il sole attraversa, passando dall’emisfero australe a quello boreale, l’orizzonte celeste e tocca il “punto vernale” ovvero l’intersezione tra l’eclittica e l’equatore celeste.

Quel preciso istante in Italia cade proprio oggi, il 20 Marzo alle ore 17:57.

Ecco perchè l’equinozio non ricorre sempre lo stesso giorno e potrebbe verificarsi dal 19 al 21 di questo mese.

La cosa a rendere questa giornata ancora più interessante è che secondo un recente studio tra giovedì e venerdì si verificheranno delle condizioni tali per cui avremo il momento migliore per concepire un bebè, grazie ad un mix benefico di luce e temperatura.

Il clima di notte sarà mite, perfetto per non danneggiare gli spermatozoi aumentando la fertilità nel maschio.

Per la donna invece gioca a favore la luce, dopo il buio invernale, stimolerà l’epifisi, ghiandola che a sua volta inibisce la melatonina: riducendo il freno inibitorio si aumenterà la fecondità!

A studiare e spiegare questi fenomeni è Italo Farnetari che da anni analizza gli effetti dell’equinozio come punto di equilibrio tra esigenze riproduttive maschili e femminili.

Inoltre lo studioso ha stilato una serie di città ideali per sfruttare appieno la notte delle cicogne.

A Roma “sono tutto sommato discrete le chance degli aspiranti genitori, mentre a Milano e Firenze le temperature attese sono un po’ troppo rigide. La condizione ottimale – precisa Farnetani – si raggiunge, infatti, quando la temperatura minima della notte è a 12°C. In questi giorni c’è poi un ulteriore vantaggio: infatti domenica si è raggiunto il plenilunio, pertanto questi saranno giorni di luminosità intensa e, a parità di temperature, verranno favorite le donne che puntano a una gravidanza”. In ogni caso la notte fra giovedì e venerdì sarà quella ‘delle cicogne’ a Napoli, Sorrento, Locri, Gallipoli, “ma la parte del leone spetta alla Sicilia con Marsala, Trapani, Mazzara del Vallo e Gela”. “Ci aspettiamo 13 gradi a Trieste, Cagliari, Pachino, Sciacca, Licata, Tropea, Cariati, Salerno e Amalfi: un po’ più di tepore, che non danneggerà gli aspiranti papà. Buoni anche gli 11 gradi di Roma, Vittoria e Grado. A Milano e Firenze, invece, c’è un po’ più freddino – precisa il pediatra – ci aspettiamo infatti 10 gradi, non proprio ideali per lei”. Rispetto all’ultima indagine, condotta due anni fa, “abbiamo delle conferme: ritroviamo infatti l’area della Sicilia occidentale, insieme a Calabria e Puglia ionica”, conclude. ( adnkronos salute)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *