Come avere un bambino

2nd Feb 2014
cicogna

Non sempre cercare un bambino si traduce in rimanere incinta, prima che un fagiolino possa nuotarvi nella pancia c’è bisogno che una serie di eventi si verifichino.

Quando abbiamo deciso che avremmo voluto un bimbo nella nostra vita, al primo rapporto ero sicura di essere rimasta incinta, come se avere rapporti non protetti fosse una garanzia. Ce le avevo tutte: stanchezza, sonno, nausea…ma mi stavo solo condizionando la mente!

Non potrò mai dimenticare la prima volta che abbiamo fatto il test di gravidanza, era il primo giorno che avevo un ritardo e la curiosità di sapere se dipendesse da un bambino non ci ha fatto resistere.
Alle sette del mattino il mio compagno era in attesa che la farmacia più vicina aprisse: peccato che aveva scelto una farmacia non di turno quindi io sono rimasta un oretta buona ad aspettare. Fin qui tutto bene, se non fosse che avendo letto che era cosigliato fare il test con la prima pipì del mattino…io sono rimasta un ora a casa a fare balletti e scongiuri!

In quel caso il test era negativo.

Perchè una donna possa rimanere in dolce attesa in linea di massima dovrebbe avere dei rapporti mirati e concentrati durante il periodo dell’ovulazione.

Individuare questo periodo per alcune donne è molto facile, specie se si hanno cicli regolari di 30-35 giorni,  indicativamente infatti viene collocato tra il 10° e il 17° giorno che precede il ciclo.

Si possono utilizzare anche altri metodi come ad esempio la stima della temperatura basale, misurandola ogni giorno,  grazie ad un termometro vaginale, ci può indicare quando l’ovulazione è già avvenuta.

Un altro rimedio è l’analisi del muco cervicale, in questo caso è importante conoscere il proprio corpo. Quando il giorno dell’ovulazione comincia ad avvicinarsi aumenta la produzione del muco cervicale, il che si rende evidente con perdite trasparenti che si possono trovare sullo slip o quando si va in bagno. In pratica, più si è vicini al “giorno X” più il muco cervicale tende ad aumentare di quantità e a diventare fluido, filante e meno appiccicoso…una sorta di chiara dell’uovo.

L’utilizzo di stick per l’ovulazione acquistabili in farmacia o al supermercato che facilitano l’individuazione del periodo. 

A dire il vero credo che tutti questi rimedi siano validi…ma solo se accompagnati da tanta serenità e poca ansia…le cose succedono quando meno le si aspettano!

E voi mammine, siete riuscite a rimanere incinta al primo colpo?

Se siete alla ricerca di un bimbo..in becco alla cicogna!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *