Beta HCG

3rd Apr 2014
La gravidanza inizia con il concepimento, lo spermatozoo incontra l’uovo maturo nella tuba e lo feconda viaggiando fino all’endometrio dove si anniderà e ci rimarrà fino alla fine della gravidanza.
 
Quando, verso il settimo-ottavo giorno dal concepimento si annida, l’uovo fecondato è cresciuto e ha moltiplicato le sue cellule passando dallo stato di morula a quello diblastocisti.
 
Solo in questa fase inizia la produzione di Beta HCG – Gonadotropina Corionica Umana.
 
La presenza di questo ormone determina la positività del test di gravidanza, questa, infatti, è prodotta daltrofoblasto, un tessuto che con il procedere della gravidanza si trasformerà nella placenta.
 
Il Beta HCG è un ormone fondamentale per lo sviluppo e il buon proseguimento della gravidanza, stimolando il corpo luteo (modificazione del follicolo dopo l’ovulazione) a produrre grandi quantità di progesterone.
 
In questo modo il progesterone ha modo di mantenere la muscolatura dell’utero liscia e rilassata riuscendo a permettere un buon attecchimento della gravidanza, aumenta lo sviluppo delle pareti dell’utero insieme agli estrogeni, lo stesso aiuta la formazione della placenta e rallenta le attività dell’intestino in modo da assorbire più sostanze nutritive.
 
Oltre a modificare l’utero, l’ormone delle Beta HCG si riflette su molte attività corporee.
 
Con il crescere dell’embrione aumenta anche il valore del Beta HCG, una drastica riduzione può indicare un aborto spontaneo, mentre un livello che indugia, o scende, potrebbe indicare una gravidanza extrauterina, se invece il valore schizza anche al doppio potrebbe indicare una gravidanza multipla.
 
 
 
beta hcg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *